Salmo 146 (147)


Alleluia.

È bello cantare inni al nostro Dio,
è dolce innalzare la lode.

Il Signore ricostruisce Gerusalemme,
raduna i dispersi d’Israele;

risana i cuori affranti
e fascia le loro ferite.

Egli conta il numero delle stelle
e chiama ciascuna per nome.

 

Forse anche quando ero bambino. Quando ero ragazzo, allora non c’era l’inquinamento di adesso e si vedeva bene la Via Lattea, non mi riusciva di guardare il cielo stellato, la sua immensità mi spaventava. L’altro giorno invece ho pensato ai miliardi di uomini che ormai sono passati sulla Terra, io uno di quelli, e mi sono ricordato del Salmo. Sono ben di più le stelle che ci sono in cielo e il Signore, che  le conta, sa il nome di ciascuna, sa anche il mio. Il Signore ricostruisce Gerusalemme, raduna i dispersi di Israele; risana i cuori affranti e fascia le loro ferite. Dio riporterà tutto, scriveva Bonhoeffer dalla prigione al suo amico, niente di veramente nostro sarà scomparso per sempre.

Sandro V.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...