Archivi tag: coordinamento,

Collegamento nazionale CdB Febbraio 2020

Collegamento nazionale CdB Febbraio2020

Documento conclusivo del 38° Incontro nazionale delle CdB italiane

DISOBBEDIENTI PER PRATICARE LA GIUSTIZIA

Noi, donne e uomini delle Comunità cristiane di Base italiane, riunite a Vico Equense (Na) per il nostro 38° incontro nazionale su “Vangelo e Costituzione. Credenti disobbedienti nelle Chiese e nella società”, ci siamo lasciati/e interpellare con gioia e riconoscenza dalle riflessioni di Maria Soave Buscemi, Tonino Perna, Paola Cavallari, Antonietta Potente e Marco Deriu.

Il filo rosso dell’incontro – la disobbedienza – è stato svolto con chiarezza: obbedire significa “ascoltare (audire in latino) intensamente (ob-), prestare ascolto a chi ci sta davanti”; ma chi vuole praticare la giustizia, come noi che ci ispiriamo al messaggio evangelico di Gesù, deve ascoltare intensamente la realtà, non il potere: solo così può arrivare ad essere profondamente disobbediente.

Le letture, che la comunità del Cassano ci ha offerto nell’assemblea eucaristica conclusiva, ci hanno proposto modelli convincenti, e coerenti fino alla morte, di questa obbediente disobbedienza: Gesù e i tanti e le tante martiri (testimoni) che hanno vivificato la storia dell’umanità.

Anche la nostra Costituzione impegna ogni persona che vive in Italia, comprese quelle che governano e amministrano le comunità civili e religiose, a praticare i valori fondamentali della giustizia, della solidarietà, della convivialità tra tutte le differenze...

Ci impegniamo, quindi, individualmente e comunitariamente, a intensificare l’ascolto attento e quotidiano della realtà in cui vivono e lottano tutte le persone emarginate, oppresse, violentate, costrette ad emigrare per sopravvivere a guerre, impoverimento e desolazioni inenarrabili.

Denunciamo con forza che queste violenze sono frutto dell’ingiustizia dominante nelle relazioni internazionali e della voracità insaziabile di chi impedisce, con la prepotenza, che le risorse della comune Madre Terra siano fruibili da tutti e tutte, in pace ed equità, e di chi distrugge in maniera irreversibile queste risorse togliendo la speranza di una vita sostenibile alle generazioni future.

In modo particolare vogliamo denunciare ogni forma di violenza e aggressione contro i diritti e l’autonomia dei popoli indigeni, dei loro territori e dei loro modi di vita; condizioni denunciate da tempo dagli indigeni e dalle organizzazioni che li sostengono e portate di nuovo all'attenzione nel recente sinodo panamazzonico, che si è svolto a Roma per iniziativa di papa Francesco, al quale va la nostra solidarietà per le contestazioni di settori retrogradi della gerarchia.

Rinnoviamo l’impegno, personale e comunitario, ad abbandonare consapevolmente ogni forma di colonialismo, che nasce dalla nostra cultura patriarcale, capitalista, consumista e predatoria, e a praticare sempre di più sobrietà, condivisione e stili di vita coerenti con le esigenze di un’ecologia integrale.

Ci impegniamo a sostenere e ad affiancare, con i nostri corpi e le nostre parole, tutti e tutte coloro che spendono la propria vita per difendere e accogliere migranti e rifugiati, per proteggere i beni comuni e la vita di Madre Terra e di tutte le creature che la abitano, e che per questo vengono perseguitati/e dai detentori del potere.

In particolare, chiediamo all'attuale Governo di rivedere in profondità i due decreti sicurezza del Governo precedente, mettendone in radicale discussione la logica che li ispira, fino al punto di considerare reato il salvataggio a mare di migranti naufraghi. A situazione invariata, dichiariamo disobbedienza e sostegno alla disobbedienza di questa legislazione, contraria allo spirito e alla lettera della Costituzione, al comandamento dell'amore del Vangelo, ai diritti umani universali.

Con questo spirito riconosciamo e vogliamo sempre più condividere l’impegno instancabile delle donne che animano e guidano i cammini delle loro comunità, impegnandoci a perseguire fino in fondo l’obiettivo di far cessare le violenze maschili sulle donne, sui bambini e sulle bambine, obiettivo fatto proprio anche dalle Chiese cristiane con l’Appello sottoscritto nel 2015: da loro pretendiamo quotidiana coerenza.

In conclusione esprimiamo il nostro fermo proposito di unirci a tutte le donne e gli uomini di qualsiasi e di nessuna fede, che vivono nel nostro paese, disponibili ad impegnarsi in una vasta ed operante alleanza di base per la trasformazione della società e la costruzione di un'economia che non generi povertà e diseguaglianze e ripari l'ambiente.

Comunità cristiane di Base italiane

Vico Equense (Na), 1-3 novembre 2019

Collegamento Nazionale CdB Maggio 2019

Collegamento nazionale Cdb Italiane

Roma, 4 e 5 maggio 2019

VERBALE

Nei giorni 4 e 5 maggio il collegamento nazionale CdB si è riunito a Roma, nei locali della CdB di San Paolo, per definire la scelta del tema e del luogo in cui convocare il prossimo Incontro nazionale.

Erano presenti uomini e donne delle CdB di Roma San Paolo, Verona, Napoli Cassano, Firenze Isolotto, Pinerolo via Città di Gap, Pinerolo Viottoli, Piossasco, Bologna.

Dovevamo scegliere tra le due proposte che avevano avuto il maggior consenso dal precedente collegamento (Torino 9 e 10 febbraio 2019). Lo scambio di pensieri e parole è stato appassionato e ha portato alle seguenti decisioni:

Il seminario su “Tramonto del cristianesimo o tempo di rigenerazione?”, la cui proposta è stata compiutamente elaborata dalle CdB di Via Città di Gap e di Piossasco, è stato messo in calendario per il ponte dell’8 dicembre 2020. Avremo tempo per presentarlo.

Nel ponte dell’1-3 novembre di quest’anno siamo convocati e convocate per riflettere su temi legati al contesto politico ed ecclesiale in cui ci troviamo a vivere. Le motivazioni che sono state evidenziate, e che urgono alla nostra mente e al nostro cuore, sono diverse:

  1. La strumentalizzazione di Dio e dei simboli religiosi, in particolare della croce, per erigere muri contro chi è ritenuto/a invadere e insidiare la sedicente civiltà cristiana;
  2. La lotta per il potere interna alla gerarchia e alla chiesa cattolica, segnata dalla contraddizione inedita di due papi contemporanei, così diversi per indole e pensiero, e dagli opposti schieramenti di vescovi e cardinali;
  3. La pedofilia e la misoginia, fino agli estremi della violenza sessuale, praticate all’interno delle comunità religiose da chi predica l’amore;
  4. Lo sconcerto e l’insicurezza sofferta da chi annaspa in una realtà quotidiana che è diventata invivibile e angosciante.

Abbiamo bisogno di cercare e trovare indicazioni per una prospettiva di vita più coerente con il messaggio evangelico di Gesù. In questo senso è da intendere la locuzione “politica prima”, che ci è stata donata dalle donne del pensiero della differenza.

E’ la politica che mette al primo posto e al centro le relazioni, tra uomini e donne e tra esseri umani e tutte le altre creature, nella convinzione che la vita è possibile solo se ci sono armonia e relazioni d’amore tra loro.

L’invito che abbiamo condiviso, e che rivolgiamo a tutte le Cdb italiane, è a lanciare un messaggio chiaro, forte e comprensibile: dobbiamo saper disobbedire alle istituzioni politiche e a quelle religiose, per evidenziare i barlumi di speranza che fioriscono intorno a noi, partecipando con convinzione e attivamente alle iniziative che più ci appaiono coerenti con i valori evangelici, ai quali dobbiamo riconoscimento e obbedienza.

Venendo alla proposta concreta:

  1. Titolo dell’incontro. Due sono le proposte tra cui dobbiamo rapidamente fare la nostra scelta:
  • “Ubbidire a Dio piuttosto che agli uomini (Atti 5,29)”
  • “Vangelo e Costituzione oggi” (perchè noi stiamo in Italia e dobbiamo disobbedire alle leggi che contraddicono questi due caposaldi valoriali).
  1. Il sottotitolo è identico: “Credenti disobbedienti nella Chiesa e nella società”.

Le comunità sono invitate ad esprimere rapidamente la propria preferenza sul titolo, con la serenità di chi è consapevole che non si tratta di uno scontro di civiltà…

  1. Alle relazioni introduttive affidiamo l’approfondimento di 3 temi, nel pomeriggio dell’1° novembre:
  • La legalità è un valore assoluto? La disobbedienza civile come pratica di obbedienza all’insegnamento di Gesù. Proposte di relatori: Elvio Fassone, Gustavo Zagrebelski, Roberto Natale, Mimmo Lucano…
  • Credenti disobbedienti alle incoerenze, contraddizioni e violenze nella Chiesa, nelle Chiese – Antonietta Potente e Paola Cavallari
  • Credenti disobbedienti nella società: le nostre pratiche possibili di disobbedienza – Tonino Perna, Marco Deriu…
  1. I laboratori occuperanno buona parte della giornata di sabato 2 e saranno spazi di approfondimento e scambio di racconti, pratiche, proposte… sui temi delle tre relazioni introduttive. Le CdB si candidino a prendersi cura di un laboratorio e ce lo comunichino appena possibile. In base al numero di partecipanti i laboratori potrebbero essere due per ogni tema…
  2. Vorremmo poi dedicare un tempo adeguato nel pomeriggio di sabato per ascoltare chi ci può parlare dell’Amazzonia e dell’Assemblea dei Popoli Indigeni, che stanno mettendo l’Occidente imperialista e prepotente di fronte alle proprie responsabilità. Speriamo di poter avere con noi Marcelo Barros o José M. Vigil o Maria Soave Buscemi.
  3. Dobbiamo ancora individuare città e albergo: da questa scelta dipenderà anche a quale Cdb locale affidare la preparazione dell’Eucaristia di domenica 3 novembre.
  4. Su proposta di Marcello Vigli, il collegamento ha chiesto a lui, Franco Barbero e Luigi Sandri di preparare una breve presa di posizione delle CdB italiane sullo scontro di potere in atto all’interno della gerarchia cattolica, contrario allo spirito evangelico del “Per voi, però, non sia così!”. (Il testo, giuntoci da Stefano, è già stato redatto e ve lo alleghiamo; nei prossimi giorni la segreteria lo diffonderà alle agenzie e alle testate di stampa, oltre che inviarlo all’indirizzario delle CdB e a pubblicarlo su cdbitalia.it e sulla pagina Facebook).

 Sullo stesso tema e su altri (Migranti respinti/e, Violenza sulle donne…) abbiamo proposto che vengano preparati dei documenti da presentare per l’approvazione all’Incontro di novembre, in modo che vengano diffusi dalle CdB italiane.

  1. Approfittiamo di questo verbale per mandare alla CdB del Cassano di Napoli abbracci e auguri affettuosi e riconoscenti per i loro 50 anni di cammino insieme a noi e a tutte le donne e gli uomini del mondo che sono disobbedienti alle istituzioni per essere obbedienti e fedeli a Gesù e alla universale legge dell’amore e invitiamo tutti e tutte a partecipare all’incontro che hanno organizzato nei giorni 8 e 9 giugno prossimi per questo loro 50° anniversario: http://www.cdbcassano.it/2019/04/24/50-anniversario-della-comunita-cristiana-di-base-del-cassano/

 

Verbale a cura di Memo e Beppe per la segreteria tecnica

 

Pinerolo, 10 maggio 2019

Collegamento Nazionale CdB Gennaio 2019

Verbale collegamento cdb Gennaio 2019 -Torino

Incontro Europeo delle Comunità Cristiane di Base

 

MODULO DI ISCRIZIONE E PRENOTAZIONE ALBERGHIERA: https://goo.gl/forms/aCmYJe2lwXr8lxDE2


Alcune annotazioni:

    • E’ stato predisposto per la conferenza di sabato mattina e per i laboratori un servizio di traduzione simultanea nelle 5 lingue dell’incontro (italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo) a cura di studenti/tirocinanti della Scuola di lingue e letterature, traduzione e interpretazione dell’Università di Bologna (sede di Forlì)
    • E’ stato realizzato un “quaderno” con tutti i testi (presentazioni delle CdB dei vari Paesi, relazione introduttiva, testimonianze dai diversi Paesi, celebrazione eucaristica), tradotti nelle 5 lingue, che sarà presente in ogni cartellina
    • E’ disponibile il parcheggio interno all’hotel al costo di € 8,00 al giorno (a Rimini fino al 30/9 tutti i parcheggi sono a pagamento)
    • Le prenotazioni dovranno avvenire esclusivamente tramite il modulo raggiungibile da questa pagina o comunque scrivendo/telefonando alla Segreteria nazionale delle CdB. Vi chiediamo di non contattare direttamente l’hotel per le prenotazioni al fine di evitare ogni disguido relativo a doppie iscrizioni o dati non congruenti
    • E’ possibile pernottare presso l’hotel alcuni giorni in più alle seguenti condizioni: camera doppia uso singola (colazione inclusa) € 59,00; camera doppia (colazione inclusa) € 79,00; volendo si può avere il trattamento di mezza pensione. In tal caso, invece, per le giornate extra occorrerà contattare direttamente l’hotel (facendo comunque riferimento all’incontro delle CdB).

 

Collegamento nazionale CdB di Roma 3-4 Febbraio 2018

per la visione del VERBALE clicca:

—> verbale_collegamentocdb_3-4febbraio

Seminario CdB di Rimini

clicca –> a proposito del SEMINARIO 2017 di Rimini

appunti di Stefano Toppi  (CdB San Paolo – Roma)
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: